Se desideri lavorare come educatrice di infanzia in un asilo nido e sei in possesso dei recquisiti necessari puoi scrivere il tuo CV da consegnare a mano o da inviare online nella pagina dedicata lavora con noi su www.lisoladeitesori.com

Alcune regole di base per inviare un cv corretto

  1. Sii breve, conciso e diretto. Il tuo curriculum non deve superare una o due pagine al massimo.
  2. Usa una carta bianca o colori chiari, in formato A4 e di qualità.
  3. Scrivi con un font leggibile e una presentazione distanziata che faciliti lettura.
  4. Non scriverlo a mano, a meno che l’azienda lo richieda. È preferibile scrivere sul computer.
  5. Evita gli ornamenti e la filigrana e non abusare dei colori. Il curriculum deve trasmettere professionalità. Aiutati con audacia e preminenza per chiarezza.
  6. Rispetta i margini, lascia spazio tra i paragrafi e scrivi su un lato della pagina.
  7. Prenditi cura dello stile ed evita errori di ortografia. Massimizza la tua ricchezza verbale, usa sinonimi ed evita ripetizioni eccessive.
  8. Non usare le abbreviazioni.
  9. Sii onesto. Mostra le tue migliori abilità, evidenzia ciò che devi evidenziare, i tuoi risultati e riempi i fallimenti, ma non inventare mai.
  10. Sii positivo. Non c’è motivo di spiegare fallimenti o fallimenti. Vendi il meglio di te stesso, ma in un modo breve, concreto e semplice.
  11. Ricorda che non è necessario includere documenti e documenti giustificativi, a meno che non lo richiedano.
  12. Invia sempre originali, mai fotocopie.
  13. ] La fotografia allegata deve essere recente e di dimensioni. È preferibile che sia colorato.

Per iniziare a fare il tuo curriculum vitae in modo semplice e passo dopo passo raccomandiamo che oltre a seguire queste regole per preparare il CV, consulta il curriculum di base

Cosa dovrebbe contenere il CV

Come abbiamo visto, ci sono diversi modi per strutturare il tuo curriculum. A seconda del modulo scelto, sarà necessario includere alcune sezioni e non altre, oppure evidenziare alcune abilità omettendone altre.

In questa guida, ci concentreremo sull’organizzazione cronologica del curriculum, che è di gran lunga il più comune.

In linea di massima, le sezioni che un curriculum completo dovrebbe contenere sono

Dati personali: nome e cognome, luogo e data di nascita, stato civile, indirizzo personale, numero di telefono di contatto, indirizzo e-mail, ecc.
Formazione accademica: studi effettuati, con indicazione di date, centro e luogo in cui sono stati effettuati.
Altri titoli: Studi complementari per studenti universitari che migliorano la tua formazione e le tue competenze. Devono essere indicate le date, il centro e il luogo in cui sono state fatte.
Esperienza professionale: esperienza professionale legata a studi universitari o che può essere di interesse per l’azienda che desidera assumervi. Non dimenticate di indicare le date, l’azienda in cui avete lavorato e le funzioni e le attività svolte.
Lingue: In questa sezione menzionerai le lingue che conosci e il tuo livello. Indicare inoltre se avete ottenuto un diploma riconosciuto che attesti le vostre conoscenze.
Informatica: Indicare tutte le competenze informatiche di cui si dispone: sistemi operativi, elaboratori di testi, fogli di calcolo, database, progettazione grafica, Internet, ecc.
Altre informazioni di interesse: In quest’ultima sezione troverete tutti quegli aspetti che non sono ancora stati inclusi, come: patente di guida, disponibilità, ecc.

Si tratta di un modello standard su cui è possibile apportare le modifiche necessarie, poiché, anche se ci sono sezioni che sono invariabili e devono sempre apparire: dati personali, background accademico, esperienza lavorativa … ce ne sono altre che possono variare. Si tratta di sezioni che possono apparire come un’area a sé stante o essere incluse in altre aree (lingue, per esempio), a seconda dell’importanza che si vuole dare a ciascun punto o a ciascuna abilitazione specifica.

Ad esempio, in un lavoro in cui la tecnologia dell’informazione è essenziale, sarà necessario dare un proprio spazio, e anche un ordine preferenziale all’interno del documento. Tuttavia, per i lavori che non lo richiedono, possono essere incluse in altre informazioni di interesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *